non chiederti mai il perchè e resterà per sempre

non chiederti mai il perchè e resterà per sempre

sabato 11 gennaio 2014

Blogger: Intervista di Rebecca Mais a Luca Gamberini e alla...

Blogger: Intervista di Rebecca Mais a Luca Gamberini e alla...: by Rebecca Mais Poeta, narratore, canzoniere e chi più ne ha più ne metta. Questo, ma non solo, è Luca Gamberini , classe 1967, autor...

sabato 23 novembre 2013

Dal 26 Novembre sarà disponibile il mio nuovo lavoro: "Racconti per bambini adulti."
Una raccolta di racconti senza titolo e titoli senza racconto, un tentativo di non lasciarsi morire,
una parodia dell'io e forse anche di Dio. E le novità non finiscono qui, a breve ulteriori buone nuove.

Acquista qui la tua copia:

venerdì 17 maggio 2013

         Luca Gamberini


Inciampando nell'aria

PREORDINA LA TUA COPIA:

www.edizionismasher.it

grottadelsale@msn.com

venerdì 28 settembre 2012

domenica 22 gennaio 2012

Introduzione della post-fazione del libro, in eterno procinto di uscita, "Inciampando nell'aria" di Luca Gamberini scritta da Antonella Taravella

Si raccoglie attorno alla notte, questa silloge, dove il nome si ripete nella bellezza di scogli profumati di
ricordi, nei silenzi che vanno e vengono come la marea, quel mare che non inghiotte cattivo, ma leviga e
porta alla riva il meglio di noi.

L’opera di Luca Gamberini è musica, la sua, quella che l’ha sempre circondato per passione e per anima, la
musica che sente nel tramonto e nei treni fermi, nell’emozione che lo spinge a scrivere e a darci le sue
parole.

Antonella Taravella
La
letteratura
fa la vita
meno dura.

una (prima) serata di letture, scritture, recitazione,

esposizione, parole, versi e musica

presso la Biblioteca I. Ardizzoni di Casumaro.

Venerdì 10 febbraio 2011 ore 21

venerdì 21 ottobre 2011

Le nuvole di Fuscaldo

Che poi pensavo.
Se ci fosse anche un cane mi emozionerei, di più.
Poi faccio voci strane, gote rosse,
e se mi vengono i piedi dispari?
Che poi pensavo.
Se ti guardo negli occhi,
poi magari mi dimentico che devo morire.
La mia stupidità non ha un capolinea.
Chissà come lo avrei chiamato oggi questo sentire?
Senso unico?
I gelsi son dipartiti, prima di me,
mangerò un gelato per festeggiarmi,
mentre immaginerò
che stanotte mi corteggerà una stella.
La vedo già cadere, con tutte le sue parole.



http://www.aphorism.it/luca_gamberini/poesie/le_nuvole_di_fuscaldo/